giacomolagona

About Giacomo

Mi chiamo Giacomo Lagona, mi occupo di marketing digitale e social media con la creazione di contenuti e strutture di supporto dall'offline all'online e viceversa. Sviluppo strategie di marketing politico, Social Media Marketing; organizzo campagne elettorali ed eventi culturali basati su territorio e turismo di nicchia.

Maggio 2017

Mr. President

By |2018-11-22T10:45:06+00:0022 Maggio 2017|Categories: Politically (in)correct|Tags: , , , , , , |

Non si tratta di una battaglia tra fedi diverse, ma tra criminali che vogliono cancellare la vita umana e persone di tutte le religioni che cercano di proteggerla: è una lotta tra il bene e il male.
In Arabia Saudita, davanti a 55 capi di stato mediorientali, Donald Trump sotterra la 'guerra fra civiltà' che aveva caratterizzato la sua campagna elettorale, e torna a fare il presidente degli Stati Uniti

Febbraio 2017

La fine del sogno

By |2018-11-22T10:53:35+00:0018 Febbraio 2017|Categories: Politically (in)correct|Tags: , , , , , , , |

Sulla crisi del Pd si è detto di tutto e tutti ci siamo fatti un'idea più o meno realistica di come andrà a finire tra qualche mese. Eppure, dopo aver ascoltato tutte le parti in causa come un bravo giudice, nessuno ha il coraggio di essere ottimista sul futuro del Partito Democratico. Perché, in fondo, ci vergogniamo di come “sta al mondo” questo partito: dieci anni di lacerazioni continue, che cerchi di insabbiare nei meandri ancestrali della mente, ti fanno dimenticare dei dieci anni di sconfitte brucianti e di vittorie da incorniciare

Di parola

By |2018-11-22T10:58:29+00:004 Febbraio 2017|Categories: Politically (in)correct|Tags: , , , , |

Quando Sally Yates fu nominata vice procuratrice, nel 2015, durante le audizioni al Congresso per la ratifica della nomina, il senatore Jeff Sessions - quello che tra poco diventerà il procuratore di Donald Trump - le fece una domanda ben precisa: “Crede che il procuratore generale abbia il dovere di dire no al presidente, se il presidente chiede qualcosa di illegale?”

Dicembre 2016

Il discorso della sconfitta di Matteo Renzi

By |2018-11-14T17:04:14+00:005 Dicembre 2016|Categories: Politically (in)correct|

È la seconda volta che Matteo Renzi fa un grande discorso per la sconfitta: il primo quattro anni fa dopo aver perso le primarie con Bersani per la premiership; la seconda ieri sera, ammettendo la sconfitta del Sì al referendum costituzionale col 41 per cento contro il 59 del No. Prima o poi vorrei poterne sentire uno per la vittoria. Ma ho tempo. Grazie Matteo!

Novembre 2016

Serve un aggiornamento al riparto di competenze tra Stato e regioni

By |2018-11-14T15:37:29+00:0028 Novembre 2016|Categories: Politically (in)correct|

Il 13 agosto 2015 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la cosiddetta Legge Madia di Riforma della PA. Il 25 novembre scorso, la Corte Costituzionale ha dichiarato l'illegittimità della riforma perché è mancato l'accordo con tutte le regioni. Fin qui tutto normale: una delle tante riforme cassate dalla Consulta perché illegittima. La realtà, però, è ben diversa e vale la pena raccontarla senza scadere nella retorica populista

Una riforma costituzionale più garantista

By |2018-11-14T17:04:14+00:0025 Novembre 2016|Categories: Politically (in)correct|

Nessuna modifica della Costituzione può prescindere dall'articolo 1 per due motivi. Il primo: in quell'articolo sono espresse le norme organizzative su cui si basa l'intera nostra Costituzione, ed è inviolabile. Il secondo: modificando l'art. 1 si rende automaticamente incostituzionale qualsiasi variazione della Costituzione. La riforma che andremo ad approvare il 4 dicembre rafforza queste garanzie e ne introduce delle nuove nelle modalità di elezione della Corte Costituzionale

Le bufale del No sul referendum costituzionale

By |2018-11-14T17:04:14+00:0024 Novembre 2016|Categories: Politically (in)correct|

Con l'avvicinarsi del voto referendario del 4 dicembre, in rete circolano con maggiore insistenza le solite bufale che prendono la mano a tutti, ma in particolar modo ai critici della riforma (tipo la solita matita copiativa, l'articolo della riforma che Renzi nasconde o il voto degli italiani all'estero che verrà annullato). Cerchiamo di smontarle per favorire un voto informato e più consapevole

Perché l’art. 70 della riforma è così lungo (seconda parte)

By |2018-11-14T17:04:14+00:0023 Novembre 2016|Categories: Politically (in)correct|

La riforma introduce due diversi procedimenti legislativi, due solamente. Il primo riguarda le leggi bicamerali, ovvero le leggi che devono essere approvate da entrambe le Camere esattamente come avviene oggi con tutte le leggi. Il secondo procedimento invece riguarda la sola Camera dei deputati. Tutte le leggi approvate dalla Camera, però, devono essere trasmesse al Senato, che può decidere se e quali intende approfondire

Agosto 2016

I have a dream

By |2018-11-14T17:04:14+00:0028 Agosto 2016|Categories: Politically (in)correct|

Cinquantatré anni fa, il 28 agosto 1963, Martin Luther King pronunciava il suo più celebre discorso davanti al Lincoln Memorial di Washington, al termine di una marcia di protesta per i diritti civili. Il testo esprime la speranza che un giorno la popolazione di colore avrebbe goduto degli stessi diritti dei bianchi. Questo discorso è sicuramente uno dei più famosi del ventesimo secolo, ed è diventato simbolo della lotta contro il razzismo negli Stati Uniti. Filmato e foto

Questo blog fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per i social media. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ok