28 12 2014

L’uomo dell’anno

Di |2018-11-14T17:04:15+01:0028 Dicembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

Siamo alla fine di un altro annus horribilis. Quel poco di bilancio che si può stipare in un minuto di lettura lo lasciamo a dopo. Per il momento ci dedichiamo allo sport nazionale di ogni dicembre: nominare l’uomo dell’anno. L'Espresso ha deciso di dare lo scettro a Raffaele Cantone, il Times di Londra a Angela Merkel. Che ci crediate o meno, per me è Enrico Letta

2 12 2014

Guardie svizzere

Di |2018-11-14T15:37:48+01:002 Dicembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

L'Umberto Primo è un istituzione universitaria dove i primari sono docenti e i cui capi sono stati rettori dell’Università. Ma dove non si può applicare una legge dello Stato perchè l’unico ginecologo non obiettore è andato in pensione. In America userebbero la guardia nazionale per riaprire il reparto. Da noi invece ci sono le guardie svizzere

1 12 2014

La storia di Rosa Parks

Di |2018-11-14T17:04:15+01:001 Dicembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

Esattamente cinquantanove anni fa, il primo dicembre del 1955, a Montgomery in Alabama, una 42enne afroamericana di nome Rosa Parks rifiutò di alzarsi dal suo posto sull'autobus numero 2857 e cederlo a una donna bianca. Iniziò quel giorno la caduta della segregazione razziale negli Stati Uniti

20 11 2014

Lo stato dei diritti prescritti

Di |2018-11-14T15:37:48+01:0020 Novembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

Toccava alla Cassazione pronunciare la frase più straziante ma inappellabile: “Può capitare che diritto e giustizia vadano in direzioni contrapposte, i giudici non hanno alternativa, devono seguire il diritto”. Ma chi decide cos'è il diritto e quali limitazioni debba avere, è la politica. Ed è la politica, da sempre, che scrive norme che lasciano al solo benestante con una torma di avvocati l’impunità da prescrizione

18 11 2014

I senzatetto di Tor Sapienza

Di |2018-11-14T15:37:48+01:0018 Novembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

Il seienne rom rumeno - uguale a quello con le mani alzate con il soldato tedesco alle spalle del ghetto di Varsavia - che campa da qualche parte lungo la Tiburtina - l’acqua presa con le taniche e scaldata con il camping gaz, mangiando le merendine che gli regalano ai bar - è un essere umano che solo la pelle sottile della nostra accoglienza lo separa dal destino dei piccoli senzatetto americani

15 11 2014

L’odio di classe ai tempi di Tor Sapienza

Di |2018-11-14T15:37:48+01:0015 Novembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

Se io fossi il sindaco Marino andrei dal comitato di quartiere di Tor Sapienza e gli farei vedere una foto di Alì e la foto di una barca dell'immobiliarista Lombardi Stronati. A quelli con la bava alla bocca appena vedono un “negro di merda” gli chiederei di non rinunciare al loro odio di classe. Di indirizzarlo solo dalla parte giusta. E di aiutarmi. Poi, finito di aiutarmi, eventualmente, ordinerei la carica della polizia

12 11 2014

Il Granducato di Lussemburgo

Di |2018-11-14T17:04:15+01:0012 Novembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

In Italia se ne parla poco, ed è strano visto le polemiche di questi giorni tra il nostro premier e il presidente della Commissione. Ma sulle testate estere, a partire dal Guardian, è un argomento di primo piano. Il cosiddetto LuxLeak, la fuga di documenti analizzata e pubblicata da un team di giornalisti sul paradiso fiscale lussemburghese e sull’utilizzo più che creativo delle sue norme

9 11 2014

La legge del più forte

Di |2018-11-14T17:04:15+01:009 Novembre 2014|Categorie: Politically (in)correct|0 Commenti

L'elezione di Silvana Sciarra alla Corte Costituzionale e Alessio Zaccaria al CSM, ha fatto capire al centrodestra chi è che detiene attualmente il potere in Parlamento, e lo specifica proprio dove ai forzisti fa più male: la Giustizia. Insieme alla bocciatura di Stefania Bariatti e allo strappo con Ncd sulla responsabilità civile dei magistrati, in commissione Giustizia del Senato, il Pd di Renzi ha detto esplicitamente a Berlusconi che il Patto del Nazareno non è vincolante per il governo - le riforme si continuano a fare con chi ci sta - e che il salvataggio di Alfano, dopo la mozione di sfiducia di Sel, non sarà indolore per gli equilibri interni dell'esecutivo