Di Maio, uno di noi

Di Maio, uno di noi

Tempo di lettura: 1 minuti

By |2018-11-26T18:46:24+00:0026 Novembre 2018|Categories: Politically (in)correct|Tags: , , , , |0 Comments

Ieri abbiamo saputo dalle Iene che il padre di Luigi Di Maio pagava in nero i suoi dipendenti per risparmiare tasse e contributi e chiedeva ai dipendenti che si facevano male di non denunciare l’incidente all’Inail per non passare guai. Vero o falso che sia, non è giusto che la colpa dei padri ricada sui figli.

Certo, fosse vero, Di Maio padre ha violato un bel po’ di leggi che il figlio difende come ministro. Fosse vero, Renzi e Boschi avrebbero tutto il diritto di incazzarsi e pretendere che il Ministro del Lavoro risponda in Parlamento. Fosse vero, Di Maio non sarebbe obbligato a fare nulla, perché, fino a prova contraria, ognuno è responsabile delle proprie azioni. E se Di Maio padre ha sbagliato, sarà la magistratura a indagare e fare giustizia. Nessun altro.

D’altra parte, non è che Le Iene siano tutto questo stampo di affidabilità, eh! E però ‘sti padri che combinano cazzate sarebbe pure ora che la smettano…

About the Author:

Mi chiamo Giacomo Lagona, mi occupo di marketing digitale e social media con la creazione di contenuti e strutture di supporto dall'offline all'online e viceversa. Sviluppo strategie di marketing politico, Social Media Marketing; organizzo campagne elettorali ed eventi culturali basati su territorio e turismo di nicchia.
Questo blog fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per i social media. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ok
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: